Straordinaria Tezenis. Nona vittoria consecutiva, Chiusi va ko

85-77 il risultato finale. A fare festa è la Tezenis Verona che conquista la nona vittoria consecutiva, mettendo ko questa volta l’Umana Chiusi.

Un successo ottenuto dopo un primo tempo in ricorsa, chiuso con sei punti di vantaggio della formazione ospite, capace di scappare nel primo quarto e confermarsi nel secondo. Poi un terzo quarto straordinario di Karvel Anderson, 18 punti per lui in 10 minuti e l’ultimo parziale che ha fatto volare i gialloblù verso il successo finale. Una vittoria del gruppo frutto dello straordinario lavoro di squadra nelle due metà del campo, con Anderson che ha fatto registrare il proprio season high con 33 punti; per lui 10 triple che equivalgono anche il record personale di realizzazioni dalla lunga distanza in Italia.

Anderson e Wilson sono protagonisti di un botta e risposta dalla lunga distanza in avvio. Chiusi, fin dall’inizio, mette in campo il caratteristico pressing e dopo il vantaggio 7-5 dei gialloblù, Musso trova la tripla che vale il primo vantaggio ospite (7-8). Chiusi allunga nel break, Madford appoggia il 7-13 dopo la palla rubata dalla rimessa. Coach Ramagli manda in campo Casarin che subito trova il canestro dalla lunga distanza. La Tezenis ha più possessi per accorciare ancora, tuttavia non sfruttati. L’Umana ne approfitta ancora e poco dopo della metà trova il massimo vantaggio con i 5 punti consecutivi di Wilson (10-20). Candussi mette 4 punti ma Chiusi continua a viaggiare con alte percentuali in attacco e con una difesa che, a tutto campo, mette in difficoltà i gialloblù. L’antisportivo fischiato a Possamai dà fiato a Verona che con i liberi di Casarin e la tripla di Anderson si avvicina sul 19-27.

Nei primi due minuti del secondo quarto il punteggio è bloccato. I primi punti li mette Candussi e da qui la Tezenis, azione dopo azione, rientra fino al -2 con Spanghero a mettere la tripla. Verona trova le contromisure al pressing e Candussi firma il pareggio (30-30) esattamente a metà parziale. La gara si gioca sul filo dell’equilibrio, Chiusi prova a spezzarlo con le triple dei due protagonisti ospiti, Wilson e Madford, (33-38) intervallate da quella di Anderson. E’ negli ultimi minuti che l’Umana prende nuovamente il largo. La palla persa di Pini regala alla formazione Madford il possesso che concretizza per il 35-44. Prima dell’intervallo lungo c’è solo la tripla di Anderson, si chiude sul 38-44.

Il secondo tempo si apre sotto il segno di Anderson. Mette tutti gli 8 punti di Verona nei primi tre minuti e la Tezenis pareggia sul 46-46. L’americano è incontenibile e fa volare la Tezenis fino al 52-48; il tecnico fischiato ad Anderson infiamma l’ambiente. Anderson arriva a 9 triple segnate nel match, Chiusi rientra e con Pollone realizza i due punti del nuovo sorpasso: 54-55. Finale intenso, Chiusi chiude avanti di 3 sul 60-63.

Ultimo quarto ad alta intensità. Le triple di Rosselli e Candussi regalano il vantaggio alla Tezenis (68-66). Verona prova lo strappo, la difesa imbriglia l’attacco ospite e Casarin  appoggia il 70-66; la Tezenis ferma ancora l’Umana, Grant è prezioso al rimbalzo e preciso al tiro (72-66). Madford tiene agganciata l’Umana con una tripla preziosissima (72-69) mentre Rosselli strappa due rimbalzi difensivi che valgono oro. La tripla di Johnson è il nuovo strappo di Verona ma a due minuti e mezzo dalla fine, Musso prova a tenere viva Chiusi (77-72). Gli ospiti rientrano definitivamente, questa volta con la tripla di Pollone (77-75) costringendo Coach Ramagli al time out. Anderson mette la sua decima tripla, firmando così il suo record in Italia (80-75). L’ultimo minuto si apre con i due liberi di Pini (82-77) ma la Tezenis non concede più nulla agli ospiti, arrivando sul +8. Tra gli applausi si chiude sul punteggio di 85-77.

Tezenis Verona vs Umana Chiusi 85-77 (19-27, 19-17, 22-19, 25-14)

Tezenis Verona: Karvel Anderson 33 (0/1, 10/13), Francesco Candussi 15 (4/8, 2/2), Davide Casarin 10 (2/2, 1/3), Giovanni Pini 8 (2/4, 0/0), Guido Rosselli 7 (1/1, 1/3), Xavier Johnson 5 (1/3, 1/2), Marco Spanghero 3 (0/0, 1/3), Sasha Mattias Grant 2 (1/2, 0/2), Liam Udom 2 (1/2, 0/0), Lorenzo Caroti 0 (0/0, 0/4), Nikola Nonkovic, Leonardo Beghini.

Tiri liberi: 13 / 16 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Xavier Johnson 11) – Assist: 22 (Guido Rosselli 8)

Umana Chiusi: Lester Medford 25 (4/9, 3/8), Jeremiah Wilson 20 (4/5, 3/9), Bernardo Musso 13 (0/4, 4/9), Luca Pollone 10 (1/1, 2/4), Francesco Fratto 5 (1/2, 1/1), Andrea Ancellotti 2 (1/6, 0/1), Leonardo Biancotto 2 (0/0, 0/0), Lorenzo Raffaelli 0 (0/1, 0/1), Luca Possamai 0 (0/2, 0/0), Martino Criconia 0 (0/1, 0/0), Marco Maganza, Marco Braccagni.

Tiri liberi: 16 / 17 – Rimbalzi: 27 11 + 16 (Jeremiah Wilson 9) – Assist: 12 (Bernardo Musso 4)

Uff. stampa Scaligera Verona