La AssiGiffoni culla a lungo il sogno di battere la capolista Pordenone

A 46 secondi dalla fine l'azione decisiva che condiziona il match.

La capolista Winner Plus Sistema Pordenone passa 69-75 alla Martiri contro l’AssiGiffoni Longobardi Cividale, nella terz’ultima di ritorno di serie C Silver. La prima della classe deve soffrire e sudare le proverbiali sette camicie per sbancare l’impianto ducale. 

Si decide tutto a 46” dal gong, all’interno di un match straordinario da parte dai biancorossi. Sul 66-68, Gigi Cautiero prende un rimbalzo d’attacco, si avvicina al canestro, subisce un contatto, arriva un fischio, sta per andare sulla linea della carità, ma per l’arbitro Caroli è infrazione di passi. Coach Vecchi protesta, in modo veemente. Arriva un fallo tecnico. Poi l’espulsione. Tre tiri liberi e palla per Pordenone che, con Colamarino, non sbaglia a cronometro fermo. La partita finisce. Peccato, certo. Però bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno in casa AssiGiffoni, che purtroppo ha perso Mazzotti per la frattura dello scafoide sinistro.

Pordenone scatta bene dai blocchi (0-7 al 1’), la AssiGiffoni si sblocca con Roseano dopo 2’15 “ (2-7) che poi diventa 4-7 al 3’. La Winner Plus allunga sul +15 (11-26) all’11’, massimo vantaggio. Sembra una contesa destinata tanti a pochi. Non sarà così. Gattolini segna 11 punti tutti nel primo tempo, Balladino dipinge “lacrime” alla Navarro, Roseano si avvicina al ferro. Si va al riposo sul 29-33. C’è una partita. Pordenone estrae dal cilindro due triple in uscita dagli spogliatoi, prima col lungagnone Cresnar da 8 metri, poi con Varuzza: 29-41 al 21’. La Longobardi ci mette cuore trascinata da capitan Minisini.

A 10 minuti dal termine è -8 (41-49), ma la sensazione è che i giovanotti di casa possano giocarsela. Al 31’, sul 43-53, Baraschi viene espulso dopo un fallo antisportivo che si somma a un tecnico sanzionatogli in precedenza. Londero trova il fondo della retina, Balladino scippa e s’invola in contropiede, Cuccu infila due triploni: 58-63 al 33’. Il clima è incandescente alla Martiri, quasi come i vecchi tempi. Pordenone prova a fare la sgommata decisiva. Non ci riesce. Cautiero e Balladino confezionano il 65 pari al 37’. Londero impatta di nuovo a quota 66 al 38’. Prima che accadesse quello che è già stato raccontato. 

La AssiGiffoni tornerà a giocare mercoledì, alle 20.30, al PalaGesteco contro Cervignano nel recupero della seconda di ritorno. 

Assiigiffoni vs Winner Plus 6975 (11-24, 29-33, 41-49)

Assiigiffoni Longobardi Cividale: Cuccu 8, Balladino 14, Roseano 7, Minisini 2, Pittioni 4, Castenetto, Londero 6, Gattolini 11, Cautiero 17; non entrati: Marson, Bonello e Furin. Coach Vecchi. 

Winner Plus Pordenone: Michelin 13, Baraschi 4, Umberto Nobile 5, Cresnar 14, Colamarino 14, Monticelli 11, Varuzza 13, Altieri 2; non entrati: Abramo, Ndreu e Mandic. Coach Starnoni.

Arbitri Caroli e Pittalis. 

Uff. stampa Longobardi Cividale