A Parigi il capolinea per la Reyer

Finisce in Francia la stagione europea dell’Umana Reyer: il Boulogne Metropolitans fa valere fattore campo e favori del pronostico, accedendo ai quarti di 7Days Eurocup grazie al rotondo 87-66 finale.

Con Vitali e Daye rimasti a casa, Theodore è in panchina per onor di firma, mentre rientra capitan Bramos, schierato in quintetto con De Nicolao, Stone, Brooks e Watt, che sblocca il punteggio con una schiacciata in contropiede dopo aver recuperato palla in difesa. Con la tripla di Stone, un altro canestro di Watt e soprattutto una grande difesa, al 2’30” è 0-7. Appena si sbloccano i francesi riescono però a impattare a quota 7 in appena 1’30”, poi le triple di Watt e De Nicolao riscavano sul 9-13 al 5’30”. Il primo fallo del match è di Bramos e arriva quasi dopo 6′, con l’Umana Reyer che però rientra male dal time out televisivo, non segnando più, abbassando troppo il ritmo e concedendo troppi rimbalzi offensivi, così al primo intervallo è 19-13.

Il break di Boulogne arriva fino a 15-0 per il 24-13 all’11’30”, poi Mazzola torna a muovere il punteggio orogranata dopo oltre 6′ con la tripla del 24-16 al 12′. La difesa di casa, però, continua a mettere in difficoltà l’attacco dell’Umana Reyer, costretta ad affidarsi spesso a triple o tiri da fuori. La schiacciata di Watt su assist di De Nicolao al 13’30” (25-18) è una delle rare occasioni in cui gli orogranata riescono a far breccia in area, tant’è che al 16′ è 34-19. Ci vuole una tripla di Bramos, dopo rimbalzo offensivo di Brooks, per ripartire, poi Stone e i primi 3 punti di Tonut valgono il 38-27 al 18’30” e, nell’ultimo minuto, la schiacciata di Brooks su assist di Bramos dopo rimbalzo offensivo di Stone e il libero finale di Echodas mandano le squadre negli spogliatoi sul 40-30.

Il secondo tempo si apre con il buzzer beater di Watt del 40-32 e, dopo 4 di Cummings, la tripla di Bramos porta il match sul 44-35 al 21’30”. Sarà però l’ultimo ritardo sotto la doppia cifra per gli orogranata, perché Boulogne accelera e, a fronte di un canestro di Brooks, arrivano 8 punti francesi per il 52-37 al 23′. Bramos mette una tripla al 24’30” (52-40), ma la difesa dei padroni di casa continua a mettere in difficoltà l’Umana Reyer, che si vede anche strappare parecchi palloni, con un break di 15-0 in meno di 5’30”, durante i quali arriva anche il quinto fallo di Watt, con l’incontro già virtualmente chiuso dopo soli tre quarti sul 67-40.

Negli ultimi 10′ della sua stagione europea, l’Umana Reyer onora l’impegno, provando a limare il ritardo con una tripla di De Nicolao e tre canestri di Morgan (74-49 al 34′) in un match in cui ovviamente l’intensità dei francesi non è la stessa dei primi tre quarti, pur continuando Boulogne ad attaccare con continuità. A metà periodo, di nuovo De Nicolao da 3 per il 76-52, poi Morgan (78-54 al 35’30”) anche se il ritardo non viene sostanzialmente contenuto dagli orogranata. Al 37′ la tripla di Tonut “riavvicina” l’Umana Reyer sull’80-58, al 38’30” quella di Mazzola sull’82-61 e solo al 39′ Tonut riesce a portare il distacco sotto i 20 punti (82-63). Il massimo riavvicinamento, nell’ultimo minuto arriva con un’altra tripla di Mazzola (84-66), poi finisce 87-66.

Boulogne vs Umana Reyer 87-66 (19-13, 40-30, 67-40)

Boulogne Metropolitans: Moulare 5, Cummings 12, Hornsby 14, Konate 8, Halilovic 10, Sy 6, Ho-You-Fat ne, Hunter 14, Ginat 8, McRae 10, Yomi. All. Collet.

Umana Reyer Venezia: Stone 5, Bramos 9, Tonut 8, De Nicolao 9, Echodas 2, Morgan 8, Mazzola 9, Brooks 5, Theodore ne, Cerella, Watt 11. All. De Raffaele.

Uff. stampa Umana Reyer