Medeot pronta per giocare contro Alpo

Sabato 23 aprile la Women Apu Delser Udine giocherà in trasferta contro Alpo Basket la sua ultima partita della stagione regolare. Con il secondo posto in classifica blindato, Udine affronterà una squadra che nello scorso turno ha battuto Vicenza per 47-79 meritandosi matematicamente il quinto posto nella lega.

La partita inizierà alle ore 20.30, in contemporanea con tutte la altre gare del Girone Nord di A2.

Nel pre-partita intervistiamo Laura Medeot, giovane ala della W. Apu fresca di rientro dopo un lungo infortunio al crociato e ora ritornata a disposizione di Coach Riga.

Com’è stato ritornare in campo dopo l’infortunio?

Questi ultimi mesi sono stati molto intensi. Mi sono concentrata molto sul ginocchio per riuscire a riacquistare più fiducia possibile quando gioco, anche se tutt’ora non posso dire di essere ancora a mio completo agio. Ci sto lavorando e sono sicura che la situazione potrà solo che migliorare. Nonostante le prime paure, i ritorni in campo sono stati bellissimi: non mi ero mai resa conto di quanto fosse bello stare in campo e giocare assieme alle compagne. Questo genere di infortuni, per quanto brutti siano, ti danno modo di riflettere e apprezzare molto di più questo splendido sport.

Contro Alpo sarà l’ultima partita di regular season. Ci descriveresti l’avversario?

Alpo può contare su giocatrici di altissimo livello, molto competitive e per niente da sottovalutare. Un esempio è la loro partita punto a punto giocata contro Crema, in cui le nostre prossime avversarie hanno dimostrato competitività e una gran voglia di vincere. Per noi sarà una match importante, sarà infatti fondamentale riuscire a fare del nostro meglio per finire il campionato nel migliore dei modi e prenderci le soddisfazioni che la squadra si merita per tutto l’impegno che è stato messo in questi mesi.

Avete raggiunto matematicamente il secondo posto in classifica. Con quale motivazione affronterete la prossima gara?

Siamo molto contente di questo risultato, ce lo siamo meritato e vogliamo dimostrare quanto ci teniamo. Ora non è comunque un momento in cui rilassarsi, le partite che mancano sono ancora molte ed è necessario mantenere alta la concentrazione per raggiungere i nostri obiettivi. La stanchezza si fa sentire, la abbiamo sofferta molto nell’ultima partita contro Vicenza. In aggiunta, l’infortunio di Anna Turel è stata davvero una sfortuna, ma non dobbiamo scoraggiarci. Nonostante queste piccole difficoltà, in squadra, c’è ancora molto entusiasmo. Il percorso non è finito e questo noi lo sappiamo, non ci resta che giocare!

Uff. stampa Women Apu