Ike Iroegbu è il nuovo play maker di TVB

Il nuovo playmaker della Nutribullet  Treviso Basket  2022/23 è Ikenna “Ike” Iroegbu, statunitense di origini nigeriane, alto 188 cm, nato il 14 marzo 1995 a Sacramento, lo scorso anno in Israele all’Hapoel Galil Elyon, nazionale della Nigeria.

E’ un playmaker in crescita che sta aumentando ogni stagione il livello delle sue prestazioni: esperto, esplosivo, capace di alzare i ritmi e di giocare in velocità, ma anche solido in difesa e a rimbalzo, con visione di gioco e capacità di segnare sia in avvicinamento che da lontano grazie a un range di tiro davvero notevole.

La sua carriera di college lo vede nella prestigiosa Washington State dove chiude con l’anno da senior da 12.6 punti, 4.2 rimbalzi, 3.6 assist a partita. Nel 2017 ha il primo contratto professionistico con i Los Angeles Clippers, che lo mandano a maturare in GLeague, la lega di sviluppo affiliata alla NBA, con gli Agua Caliente Clippers, dove viaggia a 12.2 punti, 4 rimbalzi e 3.8 assist a gara

L’anno successivo lo sbarco in Europa prima nella Bundesliga in Germania con lo Science City Jena per chiudere la stagione in Lituania nel Lietkabelis Panevėžys (14 punti a gara con il 41% da tre, oltre i 3 assist e rimbalzi). Nel 2019 torna in USA e gioca la stagione in GLeague con i Capital City Go-Go; a dicembre 2020 varca nuovamente l’Oceano per tornare prima in Germania nel Rasta Vechta per 4 partite, poi in Francia dove si mette in luce in ProB a Rouen (19 punti a gara e il 46% da tre! ) e a Chalon in A nelle ultime gare dell’annata. Nella scorsa stagione ’21/22 invece conduce l’Hapoel Galil Elyon nel campionato israeliano dove gioca un’ottima stagione, con medie di tutto rispetto in un campionato dove ha trascinato con la sua energia l’Hapoel ai playoff: 14.4 punti a gara (top scorer del team) con 4 rimbalzi e 3.8 assist.

Con la nazionale della Nigeria ha compiuto un exploit nel 2017 nel torneo continentale, AfroBasket 2017, dove i D’Tigers hanno conquistato l’argento e “Ike”  ha viaggiato a una media di 14,8 punti, 5 rimbalzi e 5 assist a partita entrando nella formazione ideale della manifestazione,  equivalentedei nostri Europei.

Nel 2019 gioca i Mondiali e viaggia nella manifestazione iridata a 8.2 ppg, 2.2 rimbalzi e 2.2 assist a partita.

È entrato nella storia del basket africano il 10 luglio 21, data in cui la sua Nigeria ha battuto in amichevole per 90-87 il Team USA di Kevin Durant. Iroegbu è stato decisivo con 11 punti e 2 bombe fondamentali nelle ultime battute di quella che è stata la storica prima vittoria di una Nazionale del continente africano contro la selezione USA.

Uff. stampa TVB