Colpo “azzurro” di Trento

La Dolomiti Energia Trentino si assicura uno dei più cristallini talenti del basket continentale: il play della Nazionale, classe 2003, arriva in prestito dal Real Madrid. Coach Lele Molin: «Siamo molto contenti di dargli il benvenuto: il suo arrivo concretizza l’idea di creare un nucleo italiano che potesse dare alla squadra qualità e identità»

Colpo di mercato della Dolomiti Energia Trentino, che comunica di aver sottoscritto un accordo con Matteo Spagnolo: il play classe 2003, selezionato all’ultimo Draft NBA dai Minnesota Timberwolves con la chiamata numero 50, arriva in bianconero in prestito dal Real Madrid.

Nato a Brindisi il 10 gennaio 2003, Spagnolo si è affermato come uno dei più promettenti prospetti europei della sua annata: dopo aver mosso i primi passi all’Aurora Brindisi e alla Mens Sana Mesagne, nel 2016 Matteo entra nel settore giovanile della Stella Azzurra Roma, cominciando a farsi notare nel campionato di Serie B e nei tornei internazionali “under” a cui partecipa con la sua squadra. Il suo talento non sfugge agli osservatori del Real Madrid, che nel 2018 porta Spagnolo nella propria cantera: con i “blancos” vince per due volte la Euroleague Next Generation e prosegue la sua crescita individuale che culmina con un precampionato vissuto da aggregato della prima squadra allenata da coach Pablo Laso e due stagioni da protagonista con la squadra B del Real di cui diventa uno dei principali leader.

Dopo aver debuttato anche in ACB con la maglia delle merengues, nel 2021-22 Spagnolo viene ceduto in prestito alla Vanoli Cremona: con i lombardi in Serie A il play azzurro, 194 centimetri per 88 chilogrammi, gioca 25 partite ufficiali chiudendo la stagione a 12,2 punti e 2,7 assist di media, tirando con un ottimo 44,1% da tre e vincendo il premio di “miglior under 22” del campionato. Numeri che hanno convinto anche i Minnesota Timberwolves a selezionarlo con la scelta numero 50 nell’ultimo NBA Draft andato in scena a New York lo scorso 24 giugno.

Nonostante la giovane età, Spagnolo è un veterano anche in termini di nazionale: bronzo europeo con l’Italia Under 16 (con tanto di inserimento nel miglior quintetto del torneo), Matteo nei primi mesi del 2020 è diventato il terzo giocatore più giovane della storia di Italbasket a debuttare con la nazionale maggiore. Sono 11 in totale le sue presenze in Azzurro, con 32 punti realizzati.

Lele Molin: «Siamo molto soddisfatti e contenti di dare il benvenuto a Matteo: l’arrivo di Spagnolo, assieme alle firme dei confermati e di Udom, concretizza l’idea che ci eravamo dati all’inizio dell’estate di creare un nucleo italiano che potesse dare alla squadra qualità e identità. Un obiettivo che si è realizzato anche grazie all’impegno del club: le qualità tecniche e l’ambizione di Matteo dovranno essere per tutto il gruppo una spinta a voler competere con tutti, in Italia e in EuroCup. Siamo orgogliosi che realtà ai massimi livelli internazionali come il Real Madrid e i Minnesota Timberwolves abbiano visto nel nostro progetto il giusto ambiente dove far proseguire lo sviluppo di Spagnolo».

Ufficio Stampa Aquila Basket – Marcello Oberosler