Trieste, le dichiarazioni post partita

Coach Marco Legovich analizza così l’esordio della Pallacaestro Trieste con Pesaro:

” Per prima cosa devo fare i complimenti a Pesaro, perché sono stati bravi a punire ogni nostro errore. Ovviamente se si prendono 100 punti in casa qualcosa non ha funzionato, non c’è molto da dire, ma tanto da lavorare. Penso che dopo un primo quarto contratto in cui abbiamo lasciato troppo agli avversari ci sia stata una buona reazione nel secondo quarto. Senza ingenuità e troppe palle perse potevamo chiudere in vantaggio. La seconda parte della gara invece è stata completamente insufficiente. Da domani si torna a lavorare perché questo è stato un pugno, che fa capire a tutti i ragazzi e a noi che questo è il biglietto da visita della Serie A.

E’ evidente che le palle perse siano state un fattore stasera, ma questa sconfitta non è nei numeri. Oggi abbiamo fallito come squadra ed è una cosa che deve essere raddrizzata il prima possibile. Vorrei però ringraziare il nostro pubblico perché non è una cosa banale trovare una tifoseria che sotto di 25 ti spinge in questo modo. Questa è una cosa che dovremo meritarci già dalla prossima giornata”.

Lodovico Deangeli analizza così la sfida con Pesaro:

“Chiaro che peggio di così era difficile fare, ma mi sento per prima cosa di ringraziare anche io il pubblico per l’entusiasmo di stasera. In questa cornice è davvero un peccato aver dato uno spettacolo così. Ma dobbiamo da subito guardare avanti, anche se mi immaginavo un esordio in casa da capitano in modo diverso. Non ho dubbi sulla qualità del lavoro che metteremo in campo sin da domani. Siamo un gruppo di lavoratori seri. Chiaro che qualcosa sia mancato stasera, ma con lo staff e con i ragazzi dobbiamo trovare cosa non va, perché il prossimo avversario è il più tosto che ci si possa aspettare, ma noi dobbiamo fare il nostro campionato e lavorare sodo indipendentemente dalla squadra che ci troveremo di fronte”. 

Uff. stampa Pall. Trieste