Jadran malconcio, Pordenone ne approfitta: +29 al PalaCrisafulli

Parte bene, anzi benissimo, il Sistema Pordenone targato Horm: pochi giorni dopo aver annunciato l’ingresso del nuovo main sponsor, la compagine del Presidente Gonzo si prende una bella vittoria contro lo Jadran Trieste.

Più ventinove il finale al PalaCrisafulli a favore della neopromossa, una matricola “atipica” in quanto la Horm ha costruito un team davvero competitivo come dimostrato appunto nel primo impegno di campionato: lo Jadran, dal canto suo, si presenta senza poter contare su Batich, regista titolare, e Martin Ridolfi. Due assenze non da poco per la squadra di Oberdan, che fin dall’inizio fatica molto in attacco: appena 10 punti segnati nel primo periodo, con Pordenone che scatta a +8 dopo dieci minuti. Sotto canestro, la presenza di Mandic e di Mozzi è importante per coach Milli, che poi a livello realizzativi può contare su un Luzza (23) stratosferico.

La partita va in ghiacciaia già nel secondo quarto, perchè Pordenone prende un vantaggio in doppia cifra e non lo molla più, anche se lo Jadran cerca di difendersi come può: le cattive condizioni generali, però, incidono parecchio sul rendimento del team triestino, che non si sblocca in attacco e fatica tantissimo a rimbalzo. Venaruzzo (15) fa il resto in cabina di regia a favore di una Pordenone che scollina a +19 al trentesimo minuto e poi dilaga nel finale, lasciando solamente 43 punti all’attacco dello Jadran.

Finisce con un quasi trentello di scarto a favore del team di Milli, che festeggia nella maniera migliore il ritorno in C Gold.

Sistema Pordenone vs Jadran Trieste 72 – 43 (18-10, 38-25, 53-34)

Horm Sistema Pordenone: Luzza 23, Michelin 6, Romanin 9, Mozzi 2, Venaruzzo 15, Colamarino 2, Gaiot, Monticelli 3, Mandic 12, Varuzza ne. All. Milli

Monticolo&Foti Jadran Trieste: Bellettini 2, Zidaric, Ban 14, De Petris 7, Jakic 2, Gobbato 4, Malalan 6, Pregarc 3, Bunc, Milisavljevic 3. All. Oberdan

Arbitri: Dian di Salzano e Tondato di Susegana