L’Umana battuta in volata dall’ULM

Dopo il match di sabato sera a Pesaro, anche l’esordio stagionale in EuroCup dell’Umana Reyer si chiude con un punto a punto che vede gli orogranata battuti in volata: il ratiopharm la spunta per 81-80.
La novità in quintetto è Spissu, schierato insieme a Freeman, Willis, Brooks e Watt. Polveri bagnate in apertura (primo canestro, la tripla di Yago, dopo quasi 2′ e primo orogranata dopo quasi 3′ com Freeman per il 5-2). La partita si alza di livello e Spissu pareggia a quota 7 con la tripla al 4′, anche se poi spende il secondo fallo al 6’30”. L’Umana Reyer mostra voglia di lottare e il match resta in equilibrio fino al 16-16 dell’8’30”, poi, nel finale di periodo, i tedeschi approfittano di un leggero calo ospite nelle percentuali di tiro e delle possibilità dalla lunetta per chiudere il quarto sul 21-16.

Dopo le schermaglie iniziali di secondo quarto, dal 25-20 del 12′ gli orogranata alzano decisamente il livello, soprattutto in difesa, e, con un parziale di 0-8, chiuso dalla tripla di Bramos, al 14′ Ulm è costretta al time out sul 25-28. I padroni di casa si sbloccano alla ripresa del gioco, ma l’inerzia resta veneziana, con un ottimo apporto di Tessitori e nuovo time out del ratiopharm al 15’30” sul massimo vantaggio orogranata: 27-34. I tedeschi trovano un paio di triple e pareggiano sul 35-35 al 17′, poi però sale in cattedra Watt, sia al tiro, che negli assist, che in difesa (dove porta a casa il terzo fallo di Mobley): Ulm ricuce di nuovo dal 35-40 del 18′ al 40-40, con l’ultimo possesso del tempo convertito da Freeman nel 40-42.

Nonostante l’immediato terzo fallo di Willis, l’Umana Reyer ha un ottimo approccio al ritorno in campo. Con rimbalzi offensivi e gioco di squadra si arriva così al 40-47 al 22′, con time out dei padroni di casa, e al nuovo massimo vantaggio al 24’30” sul 40-49. Ulm, pur recuperando diversi rimbalzi offensivi, litiga col canestro fino a metà quarto, poi la sblocca una fiammata di Zugic, agevolata da un paio di palle perse di Spissu, che dà il la a Ulm per pareggiare a quota 49 al 26′, con anche il quarto fallo di Willis nel frangente. Gli orogranata ripartono dalla tripla di Bramos e dalla schiacciata rovesciata di Sima su assist di Granger dopo rimbalzo offensivo di Chillo (49-54 al 27’30”), ma, pur non precisissima dalla lunetta, Ulm riesce comunque a rimontare con i liberi (e un autocanestro di Watt) e poi a chiudere avanti 58-56 con l’and-one finale di Zugic.

Il duello tra Robinson e Tessitori contraddistingue l’avvio di ultimo quarto, con il giocatore di Ulm che prima trascina i suoi fino al 64-58 al 31’30”, ma poi il centro orogranata si rifà con il canestro più libero del 64-61 al 32’30”. Il ratiopharm prova a tenere in mano l’inerzia, portandosi sul 68-61 al 33’30”, ma l’Umana Reyer non molla e al 34’30” è time out tedesco sul 68-66 firmato da Watt e dalla tripla di Freeman, poi, a metà quarto, c’è anche il controsorpasso sul 68-69 con la tripla di Granger, che si ripete al 36′ per il 70-72. L’Umana Reyer torna ad alzare anche l’intensità difensiva (gran stoppata di Watt in recupero su Robinson), anche se si blocca in attacco e Ulm riesce a entrare nell’ultimo e mezzo avanti 77-72. Dopo il time out di coach De Raffaele, Tessitori firma il 77-74, poi ferma fallosamente Zugic che però segna solo un libero, imitato da Freeman (78-75 al 39′). A -44” Christen segna dall’angolo con la punta del piede sull’arco (80-75), Spissu fa 2/2 a -31” (80-77) Nunez 1/2 a -14” (81-77), con Freeman che tiene aperte le speranze con la tripla dell’81-80 a -5”, spendendo quindi subito fallo su Mobley dopo il time out di Ulm. Dalla lunetta arriva uno 0/2, ma la preghiera finale di Granger da metà campo non va a segno.

Ulm vs Umana Reyer 81-80 (21-16, 40-42, 58-56)

Ulm: Robinson 13, Mobley 7, Yago 10, Konate 8, Jensen ne, Christen 8, Bretzel, Nunez 9, Klepeisz 3, Hawley, Jallow 5, Zugic 18. All. Gavel.

Umana Reyer: Spissu 5, Tessitori 12, Freeman 19, Bramos 8, Sima 4, De Nicolao, Granger 8, Chillo, Brooks 5, Willis 9, Chapelli ne, Watt 10. All. De Raffaele.

Uff. stampa Umana Reyer