L’Alperia Bolzano sul difficilissimo campo di Udine

Trasferta in Friuli Venezia Giulia contro una delle squadre decretate ad essere tra le protagoniste del campionato, nonché seconda classificata lo scorso anno.

Le trasferte a Udine sono da sempre gare ad altissimo quoziente di difficoltà, questa stagione su un organico da sempre molto competitivo la Delser ha effettuato degli innesti di assoluto valore a partire dal centro straniero Angelina Turmel che la scorsa stagione ha viaggiato sopra i 15 punti di media e oltre i 12 rimbalzi.

Nella prima giornata dopo una vera battaglia hanno posto le armi davanti ad un’altra corazzata, Sanga Milano, per e 7 giorni fa si sono rifatte vincendo di 1 (68-69) a Broni retrocessa dalla serie A1, ma sempre molto competitiva e altra squadra che scalerà le vette della classifica.

L’Alperia arriva anche da una bella vittoria dopo una partita interpretata al meglio e con il piglio giusto , in quel di Mantova (61-67). Top scorer della serata Elena Vella con 22 punti suo miglior bottino in serie A2 e prima volta sopra i 20 punti in 97 presenze nella categoria.

Finalista lo scorso anno, Udine ha provato a rinforzarsi per poter ripetere il clamoroso campionato. – anticipa coach Sacchi – Cambiata la straniera con l’arrivo da Brescia della totem Turmel, cambiata la regia con l’arrivo dell’astro nascente Bovenzi, totalmente nuovo il reparto esterne con l’arrivo delle esperte Bacchini e Gregori e con il colpo della giovane promettente Ronchi, già protagonista delle prima due gare.

Con le riconfermate Pontoni, Da Pozzo e Lizzi nel reparto lunghe e l’esterna Mosetti, Udine è sicuramente una squadra che starà ai piani alti della classifica, è pronta a lottare per obiettivi importanti, come ha già dimostrato nelle prime due uscite del campionato. Sconfitta di misura in casa contro Milano dopo aver dominato a lungo e vittoria di prestigio sul campo difficilissimo di un’altra big come Broni.

Alle mie ragazze chiedo lo stesso atteggiamento, la personalità e lo spirito messo in campo sabato scorso a Mantova, consapevoli che a Udine servirà avere tutto questo per tutti 40 minuti, senza pause”.

Ufficio stampa Basket Club Bolzano