Importante successo per le Acciaierie Valbruna

Vigilia difficile per Bolzano, alle prese con molti problemi di salute. La straniera Pia Jurhar in campo giocando sul dolore, stessa situazione per Nasraoui , limitata nei movimenti e nel salto. Oltre alla coppia dolorante sottocanestro in cabina di regia la situazione non era delle migliori con il play De Marchi in recupero graduale dalla distorsione alla caviglia. Un bollettino che di certo non garantiva sonni tranquilli, ma lo spirito e la voglia di far bene delle Sisters hanno aiutato a superare l’ostacolo Vicenza. Due parole occorrono per la squadra avversaria, che dopo essere retrocessa nella scorsa stagione ed aver acquistato i diritti a partecipare alla serie A2 da San Martino di Lupari si è affacciata al Campionato con una squadra completamente rinnovata, impreziosita da acquisti di spessore (Castello, l’ex Bolzano Sasso, Amatori). Nuovo anche il Coach Silvestrucci, che fatica a dare una impronta alla squadra anche a causa dell’infortunio occorso in precampionato alla straniera Gorjanacz sostituita proprio in questa settimana da una ottima tiratrice come Vujacic, proveniente dalla serie A spagnola e sorella del Campione slavo che per anni ha giocato in NBA. Coach Pezzi aveva chiesto alla sua squadra particolare attenzione su di Lei ed è stato accontentato in pieno. Il sistema difensivo e l’attenzione posta dalle Atlete Bolzanine ha permesso alla forte tiratrice avversaria i fare solo un punto, non regalandole la gioia di un esordio brillante. Avrà sicuramente modo di rifarsi nelle prossime gare. Quindi cattiva condizione per Bolzano e grande voglia di invertire la rotta per Vicenza, galvanizzata dall’innesto della nuova straniera. Le Sisters hanno impostato la loro tattica su tre pilastri. Grande difesa, ostacolo alle conclusioni avversarie e veloci contropiedi.

La gara inizia con una partenza decisa delle Sisters (6 a 0) prontamente rintuzzata da Vicenza che passa a condurre favorita dai prudenziali cambi organizzati dallo staff bolzanino per preservare le Atlete in precarie condizioni. Primo quarto nervoso (13-12) con difese molto strette e con realizzazioni saltuarie. Nel secondo quarto il cappio difensivo di Bolzano si stringe al collo di Vicenza, che trova difficoltà a centrare il canestro e viene trafitta da alcuni veloci contropiedi. (35-24). Dopo la pausa lunga in spogliatoio le Sisters tornano in campo determinate a far loro l’importante gara e piazzano l’allungo che di fatto sigilla il successo (57 -38). Ultimo quarto con Vicenza che cerca di accorciare nel punteggio e Bolzano che amministra il gioco chiudendo con un ottimo + 17 utile anche nel computo futuro della differenza canestri.

Per Vicenza sugli scudi una discreta Sasso, ex di turno, unica berica in doppia cifra, precisa nel tiro ed abile nello sfruttare le cattive condizioni di salute della sua diretta guardiana Nasraoui ( 13 punti). Discreto contributo di Antonello dal perimetro e Castello in area.

Per Bolzano una ottima Rossana Boccalato, MVP della gara, che impreziosisce una sontuosa gara al tiro ( 5/8 da tre e 9/18 totali) con ben 8 palle recuperate ed 8 rimbalzi. Poi, seppur non al meglio, concreta prova di Pia Jurhar che ha puntellato la difesa rendendola impenetrabile in più occasioni. Menzione anche per Lisa Scordino, che ha dato dimostrazione in campo di aver assorbito le nozioni che servono per dare ordine alla squadra e per concedere importanti minuti di alternativa al play titolare De Marchi.

Coach Pezzi: “Gara importante per la salvezza. Noi incerottati, loro con grande voglia di riscatto, forti della presenza della nuova straniera Vujacic. Avevo chiesto alle Sisters una grande difesa su di Lei e sono stato accontentato. Mi è piaciuto l’atteggiamento mentale della squadra, non ci sono state pause o cali di intensità. Possiamo fare meglio ? A livello individuale abbiamo ampi margini , specie nel settore delle esterne. Lavoreremo per allineare il rendimento dei reparti. Sono felice per la grande prestazione di Rossana Boccalato, MVP della gara e probabilmente miglior giocatrice della A2 nella terza giornata. Ha espresso la propria grande potenzialità non solo al tiro ma anche con una convincente prova a tutto campo. La Condizione atletica delle Sisters mi pare buona, il lavoro di Chiara Rossi ci consente di correre e di divertire il pubblico con azioni veloci e molto contropiede.

Ass. Coach Fabio Viale: “Questa vittoria, con la squadra in condizioni non ottimali, ci riempie di orgoglio. Abbiamo ampi margini di miglioramento sia individuali che di squadra. Appena tutte le giocatrici raggiungeranno uno standard uniforme sono sicuro che ci toglieremo qualche bella soddisfazione. Negli allenamenti mi occupo dello sviluppo della difesa. Oggi abbiamo tenuto Vicenza a 51 punti ed alla loro nuova straniera abbiamo concesso 1 punto. Quindi complimenti alle Sisters.

Acciaierie Valbruna Bolzano vs Velcofin Interlocks Vicenza 68 – 51 (13-12, 35-24, 57-38)

Acciaierie Valbruna Bolzano: Nasraoui* 9 (1/4, 1/5), Giordano* 6 (2/5, 0/2), Scordino 3 (0/1, 1/1), Boccalato 23 (4/10, 5/8), De Marchi* 2 (1/2, 0/1), Cela 2 (1/2 da 2), Fabbricini 4 (2/3 da 2), Grazioli, Marcello, Schwienbacher* 6 (0/3, 2/6), Jurhar* 13 (3/9, 0/1). Allenatore: Pezzi A.

Tiri da 2: 14/40 – Tiri da 3: 9/24 – Tiri Liberi: 13/14 – Rimbalzi: 45 8+37 (Boccalato 8) – Assist: 4 (Nasraoui 1) – Palle Recuperate: 17 (Boccalato 8) – Palle Perse: 15 (Boccalato 4)

Velcofin Interlocks Vicenza: Vujacic 1 (0/5, 0/3), Antonello 9 (0/3, 3/5), Monaco 3 (1/1 da 2), Garzotto, Fontana 2 (1/2 da 2), Amatori* 4 (2/4, 0/2), Sturma* 4 (2/7, 0/4), Sasso 13 (1/1, 3/5), Reschiglian 2 (1/2, 0/1), Castello* 9 (3/7, 0/2), Peserico* 4 (2/11 da 2). Allenatore: Silvestrucci M.

Tiri da 2: 13/44 – Tiri da 3: 6/22 – Tiri Liberi: 7/11 – Rimbalzi: 45 12+33 (Castello 12) – Assist: 3 (Gorjanacz 1) – Palle Recuperate: 9 (Fontana 2) – Palle Perse: 22 (Gorjanacz 4)

Arbitri: Castellano V., Marconetti C.

Uff. stampa Pall. Bolzano