A Tel Aviv non si passa

Nel quarto turno di regular season in 7DAYS EuroCup i bianconeri non trovano risposte all’atletismo e al talento degli israeliani, che guidano il match per 40’ senza dare all’Aquila alcuna chance di cambiare l’inerzia del match. I bianconeri domenica in campo contro Verona prima della finestra FIBA.

La Dolomiti Energia Trentino incappa in una serata no a Tel Aviv e rinvia l’appuntamento con il primo successo in EuroCup della stagione: nel Round 4 di regular season i bianconeri contro l’Hapoel Tel Aviv perdono 93-63 al termine di un match mai in discussione.

Serata complicata sotto tutti i punti di vista per i ragazzi di coach Lele Molin, che tolti i primissimi minuti di partita non riescono mai a prendere le misure in attacco e in difesa ai propri avversari: alla fine il migliore a referto per Trento è Diego Flaccadori, che in 23’ sul parquet chiude con 11 punti.

Domenica i bianconeri sono attesi ad un importante match in trasferta contro la matricola Verona nella sesta giornata di campionato.

La cronaca | I padroni di casa provano a tramortire subito Trento con la forza dei loro realizzatori interni, ma l’Aquila ha in Lockett e Flaccadori i tiratori per rispondere al primo break dei biancorossi (13-13 intorno alla metà del primo quarto). I punti dalla panchina di Udom aiutano la Dolomiti Energia a rimanere a contatto, ma nel finale di quarto l’Hapoel con i punti di Tokoto e Munford gli israeliani spiccano il volo (28-18). Il parziale in favore dei biancorossi assume proporzioni enormi nella prima parte del secondo quarto: Trento non trova il modo di creare qualcosa nella metà campo offensiva, l’Hapoel è su tutti i palloni e arriva addirittura al +22 sul 42-20. Spagnolo e Flaccadori provano a ridare un po’ di ossigeno all’attacco degli ospiti nel finale di tempo, ma all’intervallo è 48-33 Hapoel. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa piazzano il break che spezza ogni resistenza trentina: l’Aquila prova a ritrovare un po’ di colore nell’ultimo quarto, ma la partita si trascina verso il 40’ senza grandi scossoni.

Hapoel Tel Aviv vs Dolomiti Energia Trentino 93 – 63 (28-18, 48-33, 79-44)

Hapoel Tel Aviv: Tokoto 18, Harel 2, Munford 13, Beni 2, Timor 9, Ariel 1, Hoard 22, Zalmanson 4, Dolinski, Ginat 5, McRae 11, Brown 6. Coach Franco.

Dolomiti Energia Trentino: Conti 4, Spagnolo 10, Forray, Flaccadori 11, Udom 5, Crawford 10, Grazulis 6, Atkins 8, Calamita 2, Lockett 9. Coach Molin.

Le parole di coach Lele Molin | “E’ stata una serata dura per noi, come certificato dai numeri e dalle statistiche a fine partita: la differenza tra le due squadre è stata ampia, l’Hapoel ha giocato una buona partita in cui ha fatto valere intensità e impatto fisico, noi non abbiamo avuto il modo di rispondere a quel tipo di energia e minuto dopo minuto il loro vantaggio è cresciuto. Abbiamo provato a reagire nel finale di secondo quarto, ma poi nel secondo tempo non siamo riusciti a trovare una strada per trovare ritmo in attacco o efficacia in difesa. È stata una serata negativa, lavoreremo per lasciarcela alle spalle e fare meglio”.

La prossima | Domenica 6 novembre la Dolomiti Energia giocherà di nuovo in trasferta, alle 17.30 sul campo della Tezenis Verona: il ritorno alla BLM Group Arena è previsto per domenica 20 alle 17.00 contro la corazzata Virtus Bologna.

Ufficio Stampa Aquila Basket – Marcello Oberosler