L’OMA torna da Mestre con una sconfitta

Le giallonere escono da Mestre con una sconfitta ma i segnali di crescita, nonostante i numerosi infortuni e il fatto di non poter ancora schierare l’ucraina Hutevych causa motivi burocratici, di partita in partita fanno ben sperare per il proseguo del campionato.

L’inizio non è dei migliori per l’OMA che soffre la maggiore fisicità delle avversarie capaci di trovare un break iniziale (10-2 al 3′) grazie all’asse Zuccon-Toffolo con la Reyer ad allungare in maniera costante sino a toccare le 15 lunghezze di vantaggio (25-10 all’8′). Riordinate le idee la formazione giuliana prova a rientrare in partita: capitan Berardi e Bassi prendono in mano la squadra ricucendo in parte lo strappo, Surz da sotto canestro sigla a metà del secondo quarto il -10 (31-21). Si va negli spogliatoi sul 45-29. Il divario rimane pressoché costante sino all’avvio dell’ultimo periodo (66-50 al 32′) quando le venete con un parziale di 8-0 (74-50 al 34′) chiudono la pratica. Finisce 88-62.

Queste le parole di coach Tremul: “Escludendo il primo quarto nel complesso abbiamo disputato una buona partita contro un’avversaria che si è dimostrata molto fisica. Purtroppo stiamo pagando, come al solito, le poche rotazioni a disposizione dovute alle diverse assenze. Pian piano comunque stiamo migliorando, conto a breve di recuperare chi è fuori, sono convinto che al completo avremo sicuramente maggiore continuità nelle prestazioni”.

Umana Reyer Venezia vs OMA Basket Trieste 88-62 (26-12, 45-29, 66-48)

Umana Reyer Venezia: Frier 12, Franchini 7, Capuzzo 18, Purina 5, Parma, Carrer 2, Buranella 12, Feltrini 2, Versuro 9, Festinese 9, Toffolo 6, Zuccon 6. All.: Zimerle

OMA Basket Trieste: Giorgesi E., Cristofaro 2, Berardi 17, Giorgesi L. 4, Bassi 25, Zancotti, Quadarella, Surz 6, Giacomello 8. All.: Tremul

Ufficio Stampa OMA Basket Trieste