Curry e Iguodala troppo forti per i Cavs in Gara4

Le rotazioni di Steve Kerr premiano Golden State

Stanotte si è disputata gara 4 di queste bellissime Finals NBA. Il risultato è stato abbastanza scontato, Cleveland non poteva resistere a quei ritmi così tanto a lungo, soprattutto LeBron non poteva resistere. Oggi le rotazioni del Sig. Steve Kerr hanno premiato, riportando la serie in parità.

Primo Tempo

Primi due quarti a senso unico, con i Cavaliers costretti ad inseguire sempre, tranne nei primissimi minuti di partita. Iguodala parte per la prima volta nella serie da titolare, ed è proprio qui che le rotazioni dei Warriors hanno effetto. Iggy e Barnes partono in quarta e concludono il 1° quarto con il punteggio 31-22. Nel 2° quarto i Californiani allungano il distacco e contengono LeBron, concedendogli solamente dieci punti in 2 quarti. A solamente 4 minuti dall’intervallo lungo James cade dopo un contatto con Bogut, sbattendo la testa contro una telecamera, procurandosi delle ferite all’altezza della nuca. Prima della fine del quarto si fanno sentire anche gli Splash Brother con 8 punti di Curry e 7 di Thompson. La fatica dei Cavs si fa sentire, infatti, arrivano sotto di 12 punti all’intervallo, tirando con percentuali molto basse sia dall’arco che dal campo.

Secondo Tempo

Il ritorno dagli spogliatoi è abbastanza traumatico per i Warriors, che riescono a farsi recuperare fino ad arrivare, in alcuni punti della gara, a -2. Dellavedova piazza due triple e i Cavs ritrovano finalmente il LeBron delle gare precedenti, che realizza dieci punti nel solo 3° quarto. Ma Curry si sveglia, e a una decina di secondi dalla fine del quarto, piazza una tripla che regala il +6 ai Californiani. Nell’ultimo quarto Curry, approfitta del cambio del cambio di LeBron e realizza uno Step Back in faccia a James Jones, e Iggy mette prematuramente la parola fine al match, con una tripla che regala il 93-77 a 5 minuti dalla fine. I Cavs ormai l’hanno data persa e gara 4 è dei Warriors che riportando in parità la serie sul 2-2.